Giuseppe Righetti, detto BEPO, da oltre vent'anni si occupa di temi legati alla disabilità.
Bepo Righetti
E' stato consigliere al Comune di Negrar (VR), con delega alle barriere architettoniche. Ha una particolare sensibilità verso questo problema, che deriva dalla figlia Sofia, nata sana e costretta alla paralisi a soli cinque mesi, a causa di un'operazione chirurgica sbagliata.
Nella sua veste di consigliere ha sensibilizzato gli amministratori dei comuni della provincia sulla necessità di abbattere le barriere, anche mentali, che rendono difficoltosa la vita dei disabili.

Sofia Righetti

Il suo progetto principale è Valpolicella senza barriere, un protocollo d'intesa fra undici comuni veronesi di varie aree geografiche, che si impegnano ad eliminare gli ostacoli che impediscono alle persone disabili di condurre una vita "normale".

Questo progetto ha preso piede anche a livello provinciale e regionale. E' stato presentato anche alla Direzione Generale Giustizia della Comunità Europea, con parere favorevole di chi lo ha letto.

Nel frattempo Giuseppe Righetti si sta interessando localmente per rimuovere le barriere dai parcheggi, dai negozi, dagli autobus, dai treni, dagli studi medici, dalle chiese, dai cimiteri ... Un ulteriore impegno si rivolge alle famiglie delle persone disabili e riguarda le loro pensioni e le esenzioni a cui dovrebbero avere diritto.

Questo grande sforzo necessita di un punto di riferimento, il sito, per quanti vogliono aggiornarsi sulle nuove iniziative e adesioni. Ma il sito deve servire anche a Giuseppe Righetti per venire a conoscenza di barriere architettoniche da abbattere e di utili suggerimenti.

Per questo chiediamo alle persone sensibili alle difficoltà incontrate dai soggetti disabili di dare il proprio contributo di idee nella sezione le Vostre segnalazioni.